Il Comitato Provinciale Arcigay Antinoo di Napoli ONLUS, organizzazione di volontariato, iscritta al registro regionale del volontariato, è “nata“ il 22 ottobre 2005, ma Arcigay è attiva a Napoli dal 1984. L'associazione ha fini solidaristici, di volontariato sociale ed opera con l'azione diretta, spontanea, personale e gratuita dei propri aderenti nel settore della tutela dei diritti civili, della prevenzione e recupero dell'emarginazione, della promozione della cultura e di attività ricreative. Si impegna nella promozione dei diritti delle persone gay, lesbiche, transessuali e transgender contribuendo ad accrescere nella società una visione positiva dell'essere omosessuale o transessuale. Come supporto alla comunità LGBT napoletana svolge i seguenti servizi: Sportello Legale, Telefono Amico, supporto- socio-Psicologico, Sportello Salute, Migranti.

Nella nostra sede, aperta alla partecipazione ed al contributo di tutti e tutte le, puoi trovare il Gruppo Giovani, Gruppo Lesbo, Gruppo Trans, Gruppo Genitori. Per qualsiasi informazione Contattaci.
Ricorda che Arcigay Napoli cresce grazie all'aiuto dei volontari, quindi anche col tuo se vorrai.

Per tesserarsi ad Arcigay Clicca qui.

 

 


Aggiornamenti da Arcigay Nazionale

  • Onda Pride, domani l’ultima parata a Gallipoli. Arcigay: “Il nostro orgoglio contro chi ancora ci respinge”

    Bologna, 18 agosto 2017 - Con il Salento Pride di domani, sabato 19 agosto, a Gallipoli (Le) si chiude la stagione dell'Onda Pride, la grande manifestazione organizzata da Arcigay e dalla rete di associazioni del movimento lgbti (lesbiche, gay, bisessuali, trans e intersessuali) partita lo scorso 27 maggio da Arezzo e che nell'arco di quasi 90 giorni ha visto sfilare ben 24 Pride in altrettante città italiane, raccogliendo complessivamente  oltre un milione di manifestanti. Domani, quindi, il ventiquattresimo corteo: l'appuntamento con  il Salento Pride è fissato a Gallipoli per le 16.30 in piazza Giovanni XXIII angolo via Kennedy, nei pressi del Led Cafè. La manifestazione  proseguirà poi per via del Mare e  Lungomare Galilei, terminando al Lido Pôr do Sol con una festa in spiaggia. La sera, al Village Picador, si terrà il party ufficiale. "Ha un significato particolare per noi chiudere l'Onda Pride in Salento", dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay. "Innanzitutto è evidente come da alcuni anni le spiagge della Puglia siano state scelte dai turisti lgbti, che hanno trovato in questi luoghi una serie di ingredienti congeniali, tra cui sicuramente l'accoglienza. Dall'altro lato, però, proprio il Salento nelle ultime settimane è stato scenario di alcuni episodi di omofobia, che proprio sul tema dell'accoglienza riversano alcuni dubbi. Gli appartamenti "no gender", le insegne canzonatorie e le coppie gay cacciate dallo stabilimento balneare sono storie che tracciano tutte assieme un ritratto con molte ombre. Ed è proprio per dissipare queste ombre che ribadiamo l'appuntamento con il Salento Pride: un'occasione di rivendicazione, che dà forza e sicurezza alle  persone lgbti che in tanti contesti, ancora oggi, si sentono cacciate. Ma anche l'opportunità per chi non conosce di lasciarsi coinvolgere, di riconoscere la bellezza della diversità e di scoprire ciascuno la propria", conclude Piazzoni.  Tutte le info sul sito www.ondapride.it
  • Coppie gay “indesiderate”, dopo Vibo Valentia spunta un altro caso in Salento

    ARCIGAY: "INDISPENSABILE UN INTERVENTO STRUTTURALE" Bologna, 29 luglio 2017- "Dopo il caso della coppia gay respinta da una struttura turistica di Vibo Valentia, i nostri soci ci hanno segnalato un altro annuncio analogo, questa volta in Salento": lo denuncia Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay. Si tratta di un appartamento a San Foca, vicino a Melendugno, nel Leccese, affittato ai turisti attraverso il portale CaseVacanza.it (https://www.casevacanza.it). Nell'annuncio è specificato: "non si accettano persone che aderiscono alla ideologia gender e coppie omosessuali anche se unite con rito civile". Alla reiterata richiesta di informazioni su questo punto i proprietari non danno risposta. "È evidente - prosegue Piazzoni - che il prolungato vuoto normativo sull'omotransfobia in Italia sta producendo un fenomeno raccapricciante, una sorta di esibizionismo della discriminazione, forte di un'impunità garantita dalle leggi e dalla politica. È indispensabile allora mettere in campo un intervento strutturale e normativo che escluda l'omotransfobia, così come tutte le discriminazioni e i razzismi, dall'esercizio di servizi destinati al pubblico, anche se messi in campo da privati". "La notizia dell'annuncio omofobo di una struttura turistica salentina ci indigna": aggiunge Roberto De Mitry, presidente di Arcigay Salento. "Sarà proprio questa indignazione che porteremo nelle strade il prossimo 19 agosto a Gallipoli per il Salento Pride, la manifestazione che chiude la stagione dell'Onda Piride. Il nostro orgoglio sarà la rappresentazione palpabile della sconfitta di tutti questi omofobi", conclude. Qui il link dell'annuncio in oggetto: https://www.casevacanza.it/puglia/melendugno/a-san-foca-nel-cuore-del-salento-1841179
  • Onda Pride, penultimo corteo: l’orgoglio lgbt sfila domani a Rimini

    ARCIGAY: "NELLA CAPITALE DEL TURISMO FESTEGGIAMO L'ITALIA CHE ACCOGLIE"
    Bologna, 28 luglio 2017 - È fissato per domani, sabato 29 luglio, il penultimo appuntamento dell'Onda Pride, la grande manifestazione organizzata da Arcigay e dalla rete di associazioni del movimento lgbti (lesbiche, gay, bisessuali, trans e intersessuali) che dallo scorso 27 maggio fino al prossimo 19 agosto mette in campo ben ventiquattro Pride in altrettante città italiane. Domani scenderà nelle strade la seconda edizione del Rimini Summer Pride, il corteo che completa la terna di manifestazioni in programma in Emilia-Romagna. Dopo Reggio Emilia e Bologna tocca quindi a Rimini, che dà appuntamento per il concentramento domani alle 18 in piazza Benedetto Croce (ex piazza Pascoli): da lì il corteo si muoverà attraverso il lungomare per raggiungere il palco allestito nel parco Federico Fellini, dopo si terranno gli interventi finali. Parteciperà al corteo il presidente nazionale di Arcigay, Flavio Romani. "Con gli ultimi due appuntamenti dell'Onda Pride, domani a Rimini e il 19 agosto a Gallipoli, - commenta Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay - attraversiamo due città simbolo dell'estate italiana, due mete turistiche affollatissime nelle quali incontriamo persone provienienti da ogni parte del mondo. La possibilità di questi incontri è già di per sé motivo di festa. E lo è a maggior ragione in questi giorni in cui ancora discutiamo della notizia di una casa vacanze a Vibo Valentia che ha respinto la prenotazione di una coppia di ragazzi omosessuali. Il Pride allora è la miglior risposta a questi avvilenti segnali di arretratezza, perché  smaschera la contraddizione di chi vuole conciliare accoglienza e omofobia e  mostra l'energia di una comunità che di quella omofobia, e di tutti i razzismi, vuole liberarsi una volta per tutte. Domani a Rimini si festeggerà l'orgoglio delle persone lgbti, se ne rivendicheranno i diritti e si celebrerà la bellezza di una comunità che attraversa lo spazio pubblico disintegrando confini, gerarchie, steccati", conclude Piazzoni.  Tutte le info sul sito www.ondapride.it
f t g