Cultura

Fuoristrada
di Elisa Amoruso al Modernissimo
Via Cisterna dell'olio (Napoli)
Tel: 0815800254
TESSERATI ARCIGAY COSTO 4 EURO (biglietto intero 8euro)
Lunedì e mercoledì 20.30 – 22.30
martedì 18:30 - 20:30

fuoristrada

Meccanico romano con la passione per le gare di rally, Pino sente ad un tratto il bisogno di vestirsi da donna e di prendere gli ormoni. Con il nome di Beatrice continua a vivere più o meno come prima almeno fino all'incontro con Marianna, badante rumena dell'anziana madre, di cui si innamora al primo sguardo. Entrambe vestite da sposa, riescono a far celebrare il loro matrimonio presso il comune di Nemi. Insieme all'affiatatissima coppia, in una casa di campagna, abitano anche la madre di Beatrice e Davide, il figlio di Marianna.
Storia di realistico e romantico slancio, Fuoristrada non si sofferma sulle difficoltà di integrazione di un transessuale in un paese spesso retrogrado e conformista com'è l'Italia. Né, tanto meno, cerca di sensibilizzare chi dovesse trovare problematica una tale condizione esistenziale. Quella raccontata da Elisa Amoruso nel suo esordio nel lungometraggio di documentario, al contrario, decide di essere la cronaca di un amore come tutti gli altri così come l'affresco privato di una famiglia solo apparentemente non convenzionale. L'unica, ammirevole, estraneità tutto sommato sta negli occhi della regista, nel suo voler seguire un'unione di impetuosa vivezza senza dare sfogo a quel pregiudizio al contrario di dover affiancare per forza una denuncia sociale o una presa di posizione politica. L'essere "fuoristrada" di Beatrice e Marianna, a ben vedere, consiste nella disinvolta scoperta di un bilanciamento dei ruoli che tende verso una rappresentazione quanto mai armonica dell'istituzione famiglia. Pino/Beatrice, pur avendo già una figlia dal suo primo matrimonio, si scopre naturalmente e orgogliosamente padre di Davide, il figlio della donna che ama: per questo lo incita a studiare e ad essere deciso con una ragazza forse troppo bella per lui.
La transessualità, alla fine, appare soltanto una variante, quasi irrilevante, nell'economia di una vita vissuta sotto il sole, in cui dà piacere riscontrare un'accettazione fisiologica della diversità: per il gruppo di appassionati di rally, ad esempio, Beatrice è soltanto "Girello", nomignolo che fa riferimento a una sua particolare abilità nel girare la macchina durante il circuito. Come per i clienti dell'officina rimane lo stesso meccanico che era prima di diventare donna.
Anche con qualche attacco troppo furbescamente musicato e un po' di sequenze che si spostano di netto dalla generale "presa diretta", scegliendo la ricostruzione (la passeggiata di Davide con la ragazza ai bordi del Tevere), Fuoristrada raggiunge un'armonia specifica, un accordo con lo spettatore su cui senz'altro pesa la personalità della sua protagonista, dotata di una schiettezza tipicamente romana e di un'apertura verso la comunicazione che danno quieta serenità.

uscita nei cinema  27 marzo 2014

durata 70 minuti

Lisario o il piacere infinito delle donne

di

Antonella Cilento

Il Chiaja Hotel de Charme e il Centro di Poesia vi invitano ad un nuovo imperdibile appuntamento della stagione 2013-2014 –V ANNO

di Poetè – ciclo di letture poetiche (e non solo) infuse di teina

Giovedì 27 marzo

alle ore 18.30,

nel salottino del Chiaja Hotel de Charme

in via Chiaia 216 (1° piano) a  Napoli,

CLAUDIO FINELLI

presenterà

Lisario o il piacere infinito delle donne

(Mondadori)

di

Antonella Cilento

Interverranno:

Antonella Cilento

e

Giuseppe Montesano

(scrittore)

Letture

Gea Martire

Imma Villa

L’incontro sarà, come di consueto, condito da tè e biscottini.

Ingresso libero.

Per info  e prenotazioni :

Claudio Finelli - tel. 349.4784545 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Art concept: Luciano Correale

Patron della manifestazione: Pietro Fusella

Comunicazione: Diego Nuzzo

Responsabile comunicazione network: Andrea Axel Nobile

La pagina Facebook di Poetè è curata da Lella de Lucia

 

In collaborazione con:

ArciGay Napoli

ArciGay Salerno

Ass. VOLOLIBERO

Coordinamento ArciGay Regione Campania

Coordinamento Campania Raimbow

CSV Napoli - Progetto Percorsi di Integrazione - Mosaico della solidarietà

Lalineascritta – Laboratorio di Scrittura Creativa

Napoligaypress.it

Con Lisario o il piacere infinito delle donne, Antonella Cilento è candidata al Premio Strega 2014

270314

omofollialoghi-01

OMOFOLLIA

Paradossi della diversità

C'è tempo fino al 9 aprile 2014 per partecipare alla prima edizione del contest “Omofollia” dedicato all’illustrazione, promosso dall’associazione culturale Pessoa.

L’iniziativa è patrocinata da Arcigay Napoli (http://www.arcigaynapoli.org) e sostenuta da Editrice Gaia.

Il tema è Omofollia - Paradossi della diversità.

Possono partecipare tutti gli artisti e illustratori, senza limiti di età.
Il primo premio è una somma di denaro (a partire da) 100 euro e la progettazione grafica di una collana di letteratura per Editrice Gaia (http://www.editricegaia.it).

Il tema da sviluppare

Omofollia è una parola inventata, un’associazione di idee, un contenitore di concetti. Omofollia è un suono musicale pieno di contraddizioni: riporta all’omofobia per assonanza e ne rappresenta la conseguenza più disastrosa.
Come coesistono nella società l’uguale e il diverso? Chi è diverso per chi? Chi è diverso per cosa? Perché la fobia dell’uguale diventa persecuzione del diverso?
Lo stato perfetto fonda sulla diversità delle parti la sua carta vincente. Lo stato attuale fonda sull’uguaglianza delle parti l’omologazione più deleteria. La diversità e i suoi paradossi è il tema da approfondire. Oltre i luoghi comuni, la diversità diventa fonte di scoperta, sintomo della conoscenza, pura meraviglia.

Chi può partecipare?

Sono invitati a partecipare a livello internazionale tutti tutti gli artisti e illustratori, senza limiti di età, che, attraverso l'illustrazione, diano una rappresentazione dell’Omofollia, dell’uguale e del diverso, dei paradossi sulla diversità e delle sue persecuzioni.

Selezione delle opere

Le opere vincitrici andranno in mostra ad Angri(SA) nello spazio dedicato alle mostre temporanee dell’associazione culturale Pessoa, per la durata di tre settimane. La stampa delle opere selezionate sarà cura dell’associazione Pessoa, la quale si riserverà il diritto della conservazione e disposizione delle stesse.

Premi
Alla migliore opera verrà assegnata una somma di denaro che partirà da 100 euro e contratto per la realizzazione di copertine per una nuova collana di classici della letteratura per Editrice Gaia (http://www.editricegaia.it). Le altre opere selezionate per la mostra finale, fissata l’11 aprile 2014, avranno la possibilità di vendere l’opera durante l’evento e per l’intera durata della mostra. La mostra, inoltre, farà tappa nella sede di Arcigay Napoli, in occasione del trentennale del trentennale della sede storica del comitato Antinoo.

Cosa spedire?

La partecipazione prevede un costo di iscrizione di 5 euro e comprende la tessera associativa annuale del Pessoa (del valore di 5 euro) che permette la partecipazione a tutte le attività dell’associazione. Ogni autore o gruppo di autori può inviare da una a tre opere in riproduzione digitale, in formato digitale tif, jpg o pdf. Verrà selezionata una sola opera per autore.

Dove spedire?

L’opera o le opere vanno spedite al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. La quota di iscrizione va consegnata: presso la sede dell’associazione Pessoa, in Via Crocifisso, 133 Angri(SA). In caso di impossibilità fisica nel pagamento della quota di iscrizione, contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o la pagina fb ‘Pessoa collettivo’.

Contest online

Verrà indetto un contest online sulla pagina Facebook ‘Pessoa collettivo’, il quale influirà sulla selezione dell’opere destinate alla mostra finale. Il contest online sarà attivo a partire dal 28 marzo e verrà chiuso il 9 aprile. Coloro che manderanno le opere dopo la data di inizio del contest online (28 marzo) verranno comunque inserite nella selezione il giorno dell’invio dell’opera.

Modalità di preselezione e selezione finale

La selezione delle opere destinate alla mostra finale sarà soggetta al giudizio della giura di esperti e ai risultati del contest online. Per la selezione dell’opera migliore si prenderanno in considerazione il giudizio della giuria di esperti, i risultati del contest online e un sistema di votazione popolare attivo durante la serata della mostra finale.

Per ulteriori info contattare:

Pessoa collettivo (pagina Facebook) o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vuccirìa Teatro

IO, MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO

da giovedì 20 a sabato 22 marzo ore 21.00

domenica 23 marzo ore 18.00

a seguire incontro-dibattito con NPS Italia e Arcigay Napoli

TESSERATI ARCIGAY INGRESSO PROMO A 6 EURO.

Napoli, Teatro Elicantropo

Vico Gerolomini,3

scritto e diretto da Joele Anastasi

interpreti Joele Anastasi, Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano

aiuto regia Nicole Calligaris

costumi Giulio Villaggio

foto Dalila Romeo

video Giuseppe Cardaci, Elia Bei, Davide Maria Marrucci

produzione Vuccirìa Teatro

organizzazione e distribuzione RAZMATAZ

ufficio stampa leStaffette

 

Mi chiamo Motta Giovanni ho ventitrè anni e sono siciliano.

Mia madre mi ha avuto che aveva 15 anni e sono cresciuto con lei,

mia zia e mia cugina Rosaria.

Sull’eco del recente successo riscosso a Torino, dove ha registrato il tutto esaurito con lista d’attesa, ritorna a Napoli la compagnia che ha vinto il Bando Stazioni d’Emergenza/V atto/per nuove creatività 2014 di Galleria Toledo: la giovane compagnia siciliana Vuccirìa Teatro sarà in scena al Teatro Elicantropo dal 20 al 23 marzo con lo spettacolo "Io, mai niente con nessuno avevo fatto”, opera prima di Joele Anasatasi, che ne firma anche la regia, anche interprete con Enrico Sortino e Federica Carruba Toscano.

‘Io, mai niente con nessuno avevo fatto’ è la storia di Giovanni, incarnazione dell’ingenuità e della passione allo stato puro, dell’innocenza che supera tutte le barriere della conoscenza e dell’ignoranza: un pezzo unico di anima che dice tutto quello che pensa, che crede a tutto quello che gli viene detto. Giovanni è la forza e il coraggio di chi non riesce a vedere il mondo se non come uno spartito di note da danzare. L’istinto alla vita, alla sopravvivenza. Oltre la malattia. Oltre il male.

E di Rosaria, la cugina che per lui rappresenta tutto: fidanzata e sorella, madre e figlia.E ancora di Giuseppe, amore e amante del protagonista, l’ambiguità e la violenza, ma anche la passione carnale e focosa.Lo scenario è brutale, istintuale, carico di violenza, tinto di colori forti, un contesto in cui l’innocenza di Giovanni sembra annegare, ma al quale invece sopravvive, riscattandosi attraverso i corpi e le anime dilaniate di Rosaria e Giuseppe. Sicilia anni ‘80, omosessualità, malattia, violenza, morte sono lo spunto per raccontare e suscitare emozioni, superando i contesti e le categorie, ma allo stesso tempo focalizzando l’attenzione su tematiche umane e sociali quanto mai presenti e scottanti.

La Compagnia è risultata vincitrice del Roma Fringe Festival 2103 ottenendo il premio come Miglior Spettacolo, Migliore Drammaturgia a Joele Anastasi, Miglior Attore a Enrico Sortino. E’ stata inoltre inserita al NEW YORK FRINGE FESTIVAL in rappresentanza dell’Italia nel prossimo mese di agosto.

Lo spettacolo per il suo impegno a favore della sensibilizzazione e dell'informazione su una tematica sociale importante come AIDS, diversità e tolleranza, è patrocinato da ROMA CAPITALE Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, dalla LILA Catania, (Lega Italiana Lotta contro l’Aids), GAYCS ITALIA, ARCI GAY CATANIA, ARCI GAY NAPOLI, ARCI GAY CAMPANIA, PALERMO PRIDE, STONEWALL, GAY CENTER, ANDOS, DI’GAY PROJECT, CIRCOLO MARIO MIELI.

Promo video

Prossime date

MOLA DI BARI, Teatro Westerhout - 29 marzo 2014

NEW YORK, N.Y. Fringe Festival - agosto 2014

Info e prenotazioni: mob. +39.349.1925942 – T. 081.296640 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biglietti: intero 12 Euro – Ridotto 10 Euro.

elicantropo web13-14

f t g