Migranti

Ribadiamo il nostro sostegno alle comunità migranti e ad un diritto sacrosanto a una accoglienza umana e dignitosa, ribadiamo inoltre il sostegno a reti e alle unioni di persone perché vengano garanti i diritti inviolabili della persona, perché siano garantite le condizioni necessarie alla libera circolazione dei popoli.

Tuttavia le modalità con le quali è stata gestita la rete #iosonocometeaccoglimi ci inducono a dover fare una profonda riflessione e ad uscire formalmente dalla rete stessa un attimo dopo il termine della manifestazione di Piazza Municipio del 24 ottobre, manifestazione fortemente sostenuta dal Comune di Napoli e dal Sindaco, Luigi de Magistris, ancora una volta vicino a tutte quelle persone e a quelle comunità che rivendicano il sacrosanto diritto alla felicità.

Rimaniamo nella rete quindi,  fino alla manifestazione del 24 ottobre, per senso di responsabilità nei confronti soprattutto delle comunità migranti. 
Non abbiamo bisogno del palco, e di palcoscenici, da sempre abituati a stare in prima linea per rivendicare i nostri diritti e quelli degli altri, e rinunceremo pertanto al nostro tempo di intervento per darlo alle amiche e agli amici migranti, veri, unici e assoluti protagonisti della giornata del 24.

Siamo inoltre convinti che serva, a maggior ragione, una rete ancor più estesa e partecipata, che sappia rispettare le differenze di ciascuno di noi, rete ancor più ampia a partire proprio dalla sua piattaforma politica.
Una piattaforma che deve tenere dentro tutte le forme di discriminazione e di odio, che sappia dire no al razzismo, ma che sappia dire no alla misoginia e all'omotransfobia profondamente radicate nelle culture di paesi, vedi ad esempio Afganistan o Iraq, dove tutt'oggi è consentita la condanna a morte solo perché omosessuali e dove il ruolo sociale e politico delle donne è violentemente mortificato dal poter maschilista e sessista.

Con l’uscita della Chiesa Valdese - con la quale abbiamo condiviso un percorso talmente importante, tanto che i ragazzi di Terzigno sono ospiti della chiesa stessa - anche noi, con profondo dispiacere, lascieremo, all'indomani della manifestazione del 24, la rete #iosonocometeaccoglimi, nella speranza che questo possa permettere un ampio dibattito cittadino sulle modalità di gestione degli spazi democratici, sulle modalità cone le quali si rispetta la partecipazione reale di tutte e di tutti.

Non abbandoniamo tuttavia l’idea di una rete laica a sostegno di una accoglienza umana e dignitosa, che comprenda soggetti di cultura diverse, di religioni diverse, per una pluralità che può solo far bene ai diritti e al benessere degli amici e delle amiche migranti.

Intendiamo contribuire alla costruzione, da subito, di tutte quelle reti, di quei percorsi, che sappiano garantire, giorno per giorno, la propria democrazia interna, che sappiano garantire una serena partecipazione critica di tutte le soggettività, e soprattutto sappiano contrastare efficacemente tutte le forme di odio e di razzismo, insomma auspichiamo una rete che sia in realtà una barriera forte, un fronte laico unitario, i cui protagonisti siano soprattutto le persone che rivendicano diritti e felicità.

Ufficio Stampa
Comitato Arcigay Antinoo di Napoli
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
protestaprefettura

arcipartita

Torneo di calcetto contro l'omofobia e contro il razzismo con l'Assessore allo sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello.

5 gosto 2015
Protesta davanti alla Prefettura di Napoli
insieme ai migranti allontanati dalla struttura di accoglienza di Terzigno e successivamente
accolti dalla Chiesa Valdese.



COMUNICATO STAMPA

Anche a Napoli

La Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi

Venerdì 11 settembre, appuntamento ore 17:00 , P.zza del Plebiscito

 

Anche a Napoli associazioni, cooperative, organizzazioni sindacali,  singoli cittadini e singole cittadine aderiscono all’appello “la marcia delle donne e degli uomini scalzi (riportato di seguito),  lanciato da un gruppo di artisti, amministratori, giornalisti che propone di manifestare in tutt’Italia in solidarietà dei rifugiati e per la costruzione di un’Europa attenta non solo ai mercati ma anche e soprattutto alle persone, ai loro bisogni e ai loro diritti”. Un ‘Europa capace di accogliere e di fare della solidarietà uno degli elementi fondanti della propria identità.

Con la Marcia, che partirà da Piazza Plebiscito alle ore 17.00 di venerdì 11 settembre, si vuole dare voce e rendere visibile la Napoli civile e democratica, quella che in questi anni, a livello istituzionale come nell’ambito della società civile ha saputo accogliere profughi e migranti.

Inoltre, con la marcia si vogliono promuovere e rilanciare i quattro punti della piattaforma nazionale:

1. certezza di corridoi umanitari sicuri per vittime di guerre, catastrofi e dittature
2.
accoglienza degna e rispettosa per tutti 
3.
chiusura e smantellamento di tutti i luoghi di concentrazione e detenzione dei migranti
4.
Creare un vero sistema unico di asilo in Europa superando il regolamento di Dublino

L’appuntamento è dunque per le ore 17, di venerdì 11 settembre, a Piazza Plebiscito per marciare insieme e scalzi fino a Castel dellOvo dove insieme lanceremo dei fiori in mare per tutte le donne e gli uomini che in questi anni sono morti nel tentativo di fuggire da guerre, fame e discriminazioni

marciadonneuominiscalzi

Domenica 12 aprile e domenica 19 aprile, dalle ore 17:45,  presso la "Casa Comune delle Diversità", vico San Geronimo 17 (Napoli), si terranno due sessioni propedeutiche, della durata di due ore, di formazione e informazione riguardo le tematiche dell'asilo e della protezione internazionale.

I formatori saranno gli Avv. Biancamano e Umbriano. Se interessat* a partecipare invia mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

La partecipazione è libera e gratuita.

Marco Marocco
Delegato Migranti e richiedenti asilo LGBT
Coordinatore Migra_Antinoo

Migra_Antinoo_logo

Migra_Antinoo_logo

In data 07 ottobre 2014, il Comitato Prov. Arcigay Antinoo di Napoli ha sottoscritto una Convenzione con l’Arci Napoli dove si impegna a collaborare alla realizzazione dei Progetti “Accoglienza ed integrazione: diritti uguali per tutti” e “The City’s Keys”, finanziati nell’ambito del bando SPRAR –Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – triennio 2014 – 2016 del Ministero dell’Interno.

In particolare, la convezione ha ad oggetto l’attivazione del sostegno legale, da parte del Comitato Provinciale Arcigay “Antinoo”, a favore dei beneficiari dei suddetti progetti sociali di cui Arci Napoli è il soggetto attuatore.

In particolare, è prevista la realizzazione delle seguenti azioni:

1. Predisposizione del fascicolo personale del richiedente o del titolare di protezione internazionale;

2. Affiancamento del beneficiario nella preparazione al colloquio con la Commissione territoriale;

3. Gestione dei rapporti con gli attori istituzionali;

4. Assolvimento delle pratiche burocratiche;

5. Possibilità di ricorrere alle decisioni assunte;

6. Produrre documentazione a supporto delle domande di protezione;

7. Orientamento alla tutela giurisdizionale.

----------------------------------------------

La convenzione si inscrive all’interno del lavoro dello Sportello Migra_Antinoo, attivo da Aprile 2014, dedicato alle persone proveniente da paesi esteri, in particolare ai richiedenti protezione internazionale, rifugiati ed in generale ai cittadini/e stranieri/e ammessi/e alla protezione sussidiaria, con una specifica attenzione per le persone LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisex, Trans e Intersex).

Lo sportello si propone come servizio di accoglienza umana della persona, improntata su di una dialettica empatica tesa all’espressione dei proprio bisogni, di orientamento verso i servizi integrati del territorio di cui il cittadino/a straniero/a può avvalersi e di supporto nell’iter legale necessario per beneficiare delle misure di tutela, con particolare attenzione nel chiarire la normativa di riferimento, con riferimento alle procedure di asilo e di tutela ulteriore prevista ed alle relative pratiche da espletare.

Obiettivo è la conoscenza delle opportunità del territorio sotto molteplici punti di vista: dall’espressione della socialità attraverso momenti di animazione socio-culturale che favoriscano un positivo inserimento all’integrazione con e tra le comunità, straniere ed italiana, per il consolidamento di una rete volontaria di sostegno e conoscenza interculturale, per prevenire  l’insorgere di fenomeni di esclusione ed emarginazione; dall’accesso ai corsi di alfabetizzazione linguistica offerti dal territorio, primo passo per l’inclusione nel contesto sociale e di acquisizione di  strumenti per l’inserimento nel sistema economico verso la riconquista della propria autonomia, al ricorso alle prestazioni sanitarie, alle agevolazione ed ai servizi dedicati.

Obiettivo ulteriore dell’impegno del Comitato nella tutela dei diritti della popolazione straniera è la strutturazione ed il consolidamento di azioni di advocacy verso gli organi dello Stato, dagli operatori di Polizia all’universo Giustizia.

Intervento cardine sarà il dialogo, inteso in termini di scambio reciproco e conoscenza, con il supporto e la cooperazione con le Associazioni territoriali ed in termini di sensibilizzazione nelle comunità straniere presenti in Regione, per il contrasto di episodi di omotransofobia e di multidiscriminazione.

http://www.arcigaynapoli.org/notizie/85/690-migra-lgbt.html

 

Il Responsabile Migra_Antinoo 
Marco Marocco
+393334898567
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Presidente del Comitato Arcigay Antinoo Napoli
Antonello Sannino
+393468842498
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Migra_Antinoo_logo

 

Lo sportello “Migra_Antinoo” è dedicato alle persone provenienti da Paesi esteri, in particolare ai richiedenti protezione internazionale, rifugiati ed in generale ai cittadini/e stranieri/e ammessi/e alla protezione sussidiaria, con una specifica attenzione per le persone LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisex, Trans e Intersex).


Lo sportello si propone come servizio di accoglienza umana della persona, improntata su di una dialettica empatica tesa all’espressione dei proprio bisogni, di orientamento verso i servizi integrati del territorio di cui il cittadino/a straniero/a può avvalersi e di supporto nell’iter legale necessario per beneficiare delle misure di tutela, con particolare attenzione nel chiarire la normativa di riferimento, con riferimento alle procedure di asilo e di tutela ulteriore prevista ed alle relative pratiche da espletare.

 

Obiettivo è la conoscenza delle opportunità del territorio sotto molteplici punti di vista: dall’espressione della socialità attraverso momenti di animazione socio-culturale che favoriscano un positivo inserimento all’integrazione con e tra le comunità, straniere ed italiana, per il consolidamento di una rete volontaria di sostegno e conoscenza interculturale, per prevenire  l’insorgere di fenomeni di esclusione ed emarginazione; dall’accesso ai corsi di alfabetizzazione linguistica offerti dal territorio, primo passo per l’inclusione nel contesto sociale e di acquisizione di  strumenti per l’inserimento nel sistema economico verso la riconquista della propria autonomia, al ricorso alle prestazioni sanitarie, alle agevolazione ed ai servizi dedicati.

 

Obiettivo ulteriore dell’impegno del Comitato nella tutela dei diritti della popolazione straniera è la strutturazione ed il consolidamento di azioni di advocacy verso gli organi dello Stato, dagli operatori di Polizia all’universo Giustizia.

 

Intervento cardine sarà il dialogo, inteso in termini di scambio reciproco e conoscenza, con il supporto e la cooperazione con le Associazioni territoriali ed in termini di sensibilizzazione nelle comunità straniere presenti in Regione, per il contrasto di episodi di omotransofobia e di multidiscriminazione.

 

Lo sportello è aperto su appuntamento e raggiungibile al seguente contatto e-mail:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

The "Migra_Antinoo" service is dedicated to the people coming from foreign countries, in particular to applicants for international protection, refugees and in general to citizens / foreigners eligible to subsidiary protection, with a specific focus on LGBTI (Lesbian, Gay, Bisexual, Trans and Intersex).

The service aims to provide human hosting-at-the-person, based on a listening of the needs, driving them to integrated services in the territory of which the citizen / foreigner may rely in support of legal process necessary to benefit from the measures of protection, with particular attention to clarify the relevant regulations, with reference to asylum procedures and protection provided for additional and related practices to be carried out.

The objective is the understanding of the opportunities of the territory from many points of view: from the expression of sociality through moments of socio-cultural animation that foster a positive input to the integration with and between communities, foreign and Italian, to the consolidation of a network voluntary support and intercultural knowledge, to prevent the emergence of phenomena of exclusion and marginalization. The service aims to provide access to literacy classes offered by territory services as a first step for inclusion in the social context and acquisition of instruments for inclusion in the economic system to regain their autonomy.

Further objective is the structuring and strengthening of advocacy actions towards the organs of the State, by the operators of the Police through the Justice sector.

The main action is in the dialogue, meant as an exchange and mutual understanding, with the support of local associations and with attention to raising awareness of the foreign communities in the region, for the contrast to episodes of homophobia and multi-discrimination.

The service is reachable by appointment at the following e-mail contact:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nasce il coordinamento contro razzismo, violenza e discriminazioni

24 settembre 2013

Cari amici e amiche,

vi inviamo di seguito il comunicato dell'assemblea per un Coordinamento contro razzismo violenza e discriminazioni che si è costituito oggi 24 settembre 2013 a Napoli:

 

Dopo i casi di aggressione gratuita agli immigrati avvenuti a fine Agosto, ecco la prima assemblea cittadina sull'appello per una Napoli solidale contro il razzismo e le violenze. Tutto è cominciato per rispondere al tiro a segno di alcuni balordi che hanno terrorizzato la gente del centro storico, in particolare i cosiddetti diversi. L'assemblea è la prima risposta coraggiosa e promettente per affrontare un porblema annoso come la violenza a Napoli. Una partecipazione di oltre 60 persone, tra cui associazioni come l'ASGI (Ass. Studi Giuridici sull'Immigrazione), La Scuola di Pace, L'ARCI GAY, l'Associazione "Claudio Miccoli", i Comitati solidali antirazzisti, Socialismo Rivoluzionario, Federconsumatori, Gruppo "Dipende da noi donne", Ass." Città della Gioia", Avvocato di Strada, l'Ass. "Hamef",  Studio Santoianni, Comunità Bengalese di S.Antimo-Casandrino  e tante altre comunità di immigrati, insieme a studenti e insegnanti delle scuole, si sono uniti all'A3F in questo impegno. Ha dato la sua adesione dicendosi disponibile per un concerto Fiorella Mannoia. E' intervenuto anche il Comune di Napoli nella persona dell'assessore Fucito.

 

Comincia ad emergere uno schieramento stabile che farà dell'incontro con gli immigrati la possibilità di milgiorare la vita di tutti. Non solo denuncia, quindi, ma proposta per la gente di buona volontà di unirsi.

 

Il Coordinamento appena nato farà dell'informazione, della cultura e della difesa legale i cardini della propria azione.

Prossimo appuntamento del Coordinamento è una giornata della solidarietà contro la violenza, da tenersi in piazza Bellini a metà Ottobre.

 

Prossima riunione organizzativa: lunedì 30 settembre, ore 18, presso la sede di ArciGay Napoli.

 

Associazione Antirazzista Interetnica 3 Febbraio

3465708065

www.a3f.org